Il biologico di Puglia e Basilicata a Parma per la 19° edizione del Cibus

0

M_Mastromauro _ Riscossa 1Alcune  imprese del territorio lucano e pugliese stanno presentando in questi giorni al Cibus di Parma, la più importante fiera dell’agroalimentare dell’anno, in allegato i comunicati stampa di oleificio Pantaleo, biscottificio Di Leo e pastificio Riscossa. Di seguito una breve sintesi:

Innovazioni di processo e di prodotto, con importanti investimenti sul biologico (consumato abitualmente o saltuariamente da quasi quattro italiani su cinque con reddito non necessariamente elevato secondo una recente ricerca Doxa) e su un’agricoltura sempre più sostenibile, per l’oleificio Nicola Pantaleo di Fasano, il biscottificio Di Leo Pietro di Matera e il pastificio Riscossa di Corato.

La Pantaleo (www.pantaleo.it), tra le prime imprese industriali del settore oleario in Italia ad aver chiuso l’intera filiera produttiva con un investimento di sette milioni di euro, da oggi è anche tra le prime a tracciare il prodotto dalla pianta alla bottiglia. Grazie a un innovativo QR-Code in etichetta il consumatore può conoscere, infatti, la localizzazione geografica dell’area di provenienza delle olive oltre che i dati analitici e le proprietà organolettiche dei due nuovi oli extravergine biologici: ‘Pantaleo Young’ per i canali ho.re.ca. e retail e  ‘Biologico’ per il mercato USA. Inoltre, la bottiglia da 250 millilitri dell’olio Young si caratterizza per le dodici differenti etichette disegnate da vignettisti e artisti italiani (tra i quali Valerio Marini, Paolo Ruta e Giuditta Parisi), colorabili e collezionabili dai bambini. Le due nuove referenze di olio EVO biologico sono protagonisti di ricette pugliesi di mare e di terra preparate dallo chef Dario Schina.

La Di Leo Pietro (www.dileo.it), realtà con origini nel 1663 ad Altamura e oggi impegnata nella produzione di biscotti nello stabilimento di Matera, ha presentato i nuovissimi FATTINCASA Bio con melagrana e i ‘Gusto equilibrato’, primo biscotto certificato italiano frutto dell’accordo di filiera con Coldiretti Basilicata. L’azienda ha, infatti, iniziato a impiegare grano varietà ‘Bramante’ – generalmente coltivato in pianura padana – seminato e coltivato da 10 produttori cerealicoli su 130 ettari del materano, per la produzione dei Fattincasa ‘Gusto equilibrato’ con latte fresco lucano, per un biscotto a chilometro zero e con seme di prima riproduzione certificato dalla Società italiana Sementi. Di Leo ha ospitato lo chef Matteo Seveso, campione street food 2017 e 2018, per degustazioni e consigli su colazioni sane, gustose e salutari.

Riscossa (www.riscossa.it ), realtà pugliese che produce pasta di semola di grano duro dal 1902, ha presentato alla manifestazione parmense la nuova pasta di semola da agricoltura biologica con grano duro 100% italiano volta a soddisfare le richieste sempre crescenti di consumatori attenti a un’alimentazione sana e a una cucina di qualità. La fiera è stata anche l’occasione per l’azienda pugliese, – che nel 2017 ha vissuto un boom dell’export, cresciuto del 20% – di presentare la nuova veste grafica della linea classica di pasta secca, un nuovo pack per rendere l’immagine di marca più in linea con il crescente livello di qualità del prodotto acquisito negli ultimi anni.

Comments are closed.

Chiudi Popup
Seguici su Facebook