Ecco un progetto che partendo dagli ulivi si prende cura delle api

0

api_60_720Le api si sa non stanno passando un bel momento. La specie è a rischio estinzione, causa cambiamenti climatici, pesticidi e parassiti, scompaiono secondo un calcolo un’ape su quattro negli Stati Uniti e una su dieci in Europa. Ma le api sono importanti per la natura, senza le api infatti la natura nel suo insieme riceverebbe un duro colpo, dato che essa non si riprodurrebbe e sparirebbe circa il 90% dei prodotti alimentari.

Monini scende in campo proprio per salvaguardare la specie. Infatti l’azienda crede in una perfetta convivenza tra ulivi e api. Oltre a salvaguardare la specie, una coabitazione tra api e ulivi sarebbe il miglior attestato per una coltivazione totalmente basata sul biologico, senza dunque ricorrere a prodotti chimici.

Tutti coloro che fossero sensibili al tema possono dare un contributo acquistando dal 1 marzo al 30 giugno semplicemente acquistando una bottiglia di Monini Extra Vergine Bios. In più basterà andare sul sito www.monini.com e effettuando la registrazione si riceverà l’attestato di adozione. Tutto ciò consentirà anche la partecipazione al concorso per vincere una fornitura annuale di olio pugliese.

Il progetto, in collaborazione con Lifegate, azienda che cura la sostenibilità e che si occupa della tutela delle api.

Si può anche monitorare lo stato delle proprie api può monitorare la situazione dal vivo su www.lifegate.it.

Comments are closed.

Chiudi Popup
Seguici su Facebook